Decreto Rilancio, la lotteria degli scontrini slitta al 1° gennaio 2021

L’articolo 141 del Decreto Legge n. 34 del 19 maggio 2020, c.d. Decreto Rilancio, rinvia dal 1° luglio 2020 al 1° gennaio 2021 l’entrata in vigore della lotteria dei corrispettivi. Buona notizia per i possessori dei registratori di cassa telematici

Il Decreto Rilancio, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 19 maggio 2020, contiene una buona notizia per i soggetti che certificano i corrispettivi tramite i registratori di cassa telematici. (Clicca sul link per comparare i prezzi dei registratori di cassa).

La lotteria dei corrispettivi, conosciuta anche come lotteria degli scontrini, che sarebbe dovuta partire dal 1° luglio 2020, viene rinviata al 1° gennaio 2021. Lo prevede l’articolo 141 del DL Rilancio.

Nella relazione illustrativa al provvedimento si legge che il rinvio si è reso necessario a causa della pandemia causata dalla diffusione del COVID-19. La chiusura di gran parte degli esercizi commerciali e il contenimento degli spostamenti ha reso molto difficoltosa la distribuzione e l’attivazione dei registratori di cassa telematici. E’ stata così messa a rischio la possibilità per la totalità degli esercenti con volume d’affari inferiore a 400mila euro di dotarsi di tale strumento. Non tutti sarebbero stati quindi pronti per poter trasmettere i dati della lotteria a partire dal 1° luglio 2020. Per maggiori informazioni sul bonus del 50% per l’acquisto dei registratori di cassa telematici si rinvia ad un altro articolo presente sul sito.

In assenza della proroga, secondo il Legislatore si sarebbe creata confusione nei contribuenti. L’impossibilità di partecipare alla lotteria per acquisti effettuati da taluni operatori li avrebbe discriminati non per loro colpa ma per la situazione di emergenziale in corso.

Chiudi
Comparatore