Lotteria degli scontrini, dal 2020 premi fino ad un milione di euro

Alla nuova lotteria potranno partecipare tutti i soggetti maggiorenni, residenti fiscalmente in Italia. Per partecipare basterà fornire il proprio codice fiscale al soggetto che emetterà lo scontrino elettronico o la fattura elettronica. L’entrata in vigore della lotteria degli scontrini è stata posticipata al 1° luglio 2020.

A partire 2020, l’obbligo di installare un registratore telematico per i commercianti, già in parte in vigore dal 1° luglio 2019, diventerà un’opportunità per i consumatori grazie alla lotteria degli scontrini, la cui entrata in vigore è stata rinviata al 1° luglio 2020.

Se da un lato il costo per un nuovo registratore di cassa per i commercianti può aggirarsi in alcuni casi intorno ai 500 euro, dall’altro tale innovazione potrebbe invogliare i consumatori a fornire il proprio codice lotteria all’esercente per partecipare all’estrazione della lotteria degli scontrini.

Il “ticket” per partecipare alla nuova lotteria, infatti, non dovrà essere acquistato separatamente dalla merce, ma sarà automaticamente emesso dal registratore telematico. Il RT assocerà al codice fiscale fornito in sede di emissione dello scontrino il “biglietto” virtuale per la partecipazione alle estrazioni. La spesa minima da sostenere ai fini della partecipazione alla nuova lotteria è pari a 1 euro.

Le estrazioni, che avverranno su base mensile, prevedono premi fino a 10.000 euro. Per il premio da un milione di euro l’estrazione avverrà invece su base annuale.

Anche gli acquisti effettuati da consumatori finali, e documentati da fattura elettronica, consentiranno di partecipare alla lotteria in questione. Le spese per le quali è prevista una detrazione fiscale (es. spese farmaceutiche, ristrutturazioni edilizie, etc.) non consentiranno invece di partecipare alla lotteria degli scontrini.

La novità incentiverà sicuramente la richiesta di scontrini e fatture, in quanto, ovviamente, per gli acquisti “in nero” non si parteciperà ad alcuna estrazione.

Il decreto attuativo che renderà operativa la nuova lotteria, previsto dalla legge che ha istituito la “riffa di Stato”, è in corso di preparazione.

Chiudi
Comparatore